Bourjois

La Bourjois è una marca di cosmetici francese con sede a Parigi. 
L'azienda nasce nel 1863 sui Grands Boulevards parigini, nel quartiere dei teatri, mentre la Francia è la seconda più forte economia del mondo. Il suo primo creatore, l'attore Joseph Albert Ponsin, produce nel suo appartamento cosmetici e profumi per gli attori e le attrici.. 
Nel 1868 Ponsin cede l'azienda ad Alexandre-Napoléon Bourjois che la rende celebre. 
Nel 1898 Ernest Weirtheimer rileva il 50% dell'azienda.

Per chi non lo sapesse (tra cui io, prima di documentarmi per questo post!) la famiglia Weirtheimer possiede anche la Chanel...
Quindi si può dire che la Bourjois con l'acquisizione da parte dei Wertheimer, fa parte del gruppo Chanel, e per tanto può essere considerata come la sua sorellina minore ed alternativa economica per noi comuni mortali alle prese con la crisi.

Che poi, neanche tanto economica, rispetto a Chanel sicuramente, ma rispetto alle comuni marche da drogheria come L'Oreal, Garnier, Maybelline, Rimmel, Debby e compagnia bella, ha cmq dei prezzucci che si aggirano tra gli 8 euro di una matita e i 16 di un fondotinta, 10 euro per uno smalto (che mi sembrano eccessivi) e 15 euro per un rossetto, senza contare che mi sto riferendo ai prezzi della boutique on line del sito ufficiale francese, quindi sicuramente poi in profumeria costeranno di più.

Tra l'altro ormai reperire in Italia i prodotti della Bourjois è diventato un problema, perchè, sfiga vuole, che il distributore italiano sia fallito. 
Ho avuto fortuna a trovare degli ultimi pezzi a metà prezzo, appunto per questo motivo, nella catena di profumerie Elisir (che però credo sia una realtà locale) che qui dalle nostre parti (Friuli Venezia Giulia in prov di Gorizia) era (perchè ha chiuso) presso il centro commerciale Sorelle Ramonda a Ronchi dei Legionari, ed è presso il centro commerciale Isonzo a Gradisca d'Isonzo, ma sembra stia chiudendo anche lì, per fare una unica grande profumeria insieme alla Elisir delle Sorelle Ramonda,  presso il centro commerciale di Via Udine sempre a Gradisca d'Isonzo. 

Cmq per ovviare a questo problema la geografia mi è amica, infatti a 20min di macchina da qui (Monfalcone) si può arrivare in Slovenia, e più precisamente al centro commerciale Qlandia dove c'è sia Limoni, sia DM ed entrambe tengono la Bourjois!

Per chi la geografia invece mette i bastoni tra le ruote, credo che dovrà attrezzarsi con siti on line ed ebay!

Cmq ecco qui un paio di cosine della Bourjois!


Iniziamo dai 3 cofanetti limited edition: il Beauty Book n°1, il n°3 e il n°5
Li ho acquistati più di un anno fa tramite un'amica, su un sito francese che spediva solo in Francia, quindi perdonatemi, ma assolutamente non mi ricordo quanto li ho pagati, cmq anche se limited edition, ricordo che avevano lo stesso prezzo dei prodotti della collezione permanente.

Il Beauty Book n°1 contiene 3 ombretti e 1 blush. La particolarità sta nel packaging, in quanto sul tappo delle classiche confezioni rotonde della Bourjois sono serigrafate le vecchie grafiche pubblicitarie del marchio. La collezione si chiama "Collection Vintage"  e risale a Novembre 2008. La collezione completa prevedeva 3 blush (2,5g ciascuno) e 5 ombretti (1,5g ciascuno).
Dentro alle varie scatoline, insieme all'applicatore con la spugnetta per gli ombretti e il pennellino per il blush, c'è un foglietto scritto da un lato in francese e dall'altro tradotto in inglese, che spiega a quale prodotto appartiene tale grafica e l'anno di realizzazione.






TRADUZIONE: Bourjois ha sedotto il mondo del teatro, creando la famosa confezione rotonda. E' diventato rapidamente il fornitore ufficiale dei Teatri Imperiali. Di una sorprendente leggerezzatutto rotondo, questo primo fard in polvere dalle multiple armonie diventa “il beniamino dell’eleganza". La saga della scatola rotonda continua con la versione ombretto. Sono stati creati 90 colori per il vostro piacere, Signore! Oggi, questa collezione Vintage, in edizione limitata, onora i decori originali della famosa scatola rotonda della marca Bourjois.



Il n°54 Rose Frisson è il Blush

Che dire? Bellissimi come oggetti da collezione, utili da portare in borsetta, infatti ogni scatolina ha lo specchietto e il pennellino, direi che per il blush è una cosa ottima visto che permette di ritoccarsi il trucco in maniera rapida e discreta ingombrando meno di un normale specchietto.
I colori delle cialde bombate sono davvero molto belli, profumano del talco delle nostre nonne, ma purtroppo sono molto polverosi, poco pigmentati e non durano.

Il Beauty Book n°5 contiene sempre 3 ombretti e 1 blush. Sta volta la particolarità del packaging sta nella collaborazione con l'artista Nathalie Lété, sui coperchi delle scatoline sono riprodotti i monumenti più famosi di Parigi rivisitati dalla grafica. La collezione si chiama "Rendez-vous à Paris" e mi pare risalga all'inverno 2009. Anche sta volta la collezione completa prevedeva 3 blush e 5 ombretti.





TRADUZIONE: Bourjois ha sedotto il mondo del teatro, creando la famosa confezione rotonda. E' diventato rapidamente il fornitore ufficiale dei Teatri Imperiali. Di una sorprendente leggerezzatutto rotondo, questo primo fard in polvere dalle multiple armonie diventa “il beniamino dell’eleganza". La saga della scatola rotonda continua con la versione ombretto. Sono stati creati 90 colori per il vostro piacere, Signore! Oggi, Bourjois si unisce all'artista Nathalie Lété per celebrare il retaggio parigino del marchio e ha lanciato la collezione "Randez-vous à Paris" in edizione limitata. Su ogni scatolina, una creazione unica, mette in scena i monumenti parigini in modo colorato, poetico e bizzarro.



               Il n°34 Rose d'Or è il blush e sì lo 04 Noir Precieux è lo stesso colore della Collection Vintage

Fanno parte della stessa collezione anche questi altri 2 ombretti e 1 blush che invece ho acquistato sciolti, cioè senza la confezione del Beauty Book.



Il n°32 Ambre d'Or ovviamente è il blush. 

Il Beauty Book n°3 invece contiene una terra per il viso (Poudre Bronzante Delice de Poudre, 16,5g) e un pennello kabuki per la sua applicazione. Questo Book si chiama "Teint Ensoleillé". La collezione risale all'estate 2011 e prevedeva anche altri Books tra cui uno con 3 smalti e 1 top coat trasparente. 





TRADUZIONE: Sono già abbronzata; applico "Delice de Poudre" (delizia in polvere) sulle zone curve del viso: naso, zigomi, mento e fronte. Non sono ancora abbronzata; applico "Delice de Poudre" (delizia in polvere) su tutto il viso, senza dimenticare il collo.




All'intero della confezione della terra c'è scritto: (in francese e inglese e sul retro in spagnolo e tedesco) Commettere un peccato di gola rende belle! I riflessi solari di "Delice de Poudre" accendono il tuo incarnato e il tuo morale! Il suo profumo delizioso e la texture ultra leggera vi farà fondere di piacere. Applicala con il pennello sul tuo viso e décolletè per un risultato uniforme e una pelle bella da mangiare!


Il pennello è made in China e a giudicare dall'odore e dalla consistenza, le setole sembrano naturali.

La terra, made in France, profuma di cioccolato gianduia, il l'ho presa nel colore n°51per pelli chiare e medie.

                                                            n°51 per pelli chiare e medie

Ha un colore molto portabile, un profumo irresistibile, dei micro glitterini molto discreti, ma di nuovo non ci siamo con la scrivenza, troppo polverosa e soprattutto ha la pecca di virare troppo sull'arancione. Però la trovo utile per il contouring. Se questa estate la rifanno, credo che l'acquisterò di nuovo.

Nella foto ci sono anche gli swatches del Fond de teint Pinceau nel n°35 Abricoté (16ml) che è un fondotinta con il pennello a lingua di gatto incorporato con il quale mi sono trovata bene ma che credo adesso si sia ossidato perchè ha assunto un colore troppo aranciato per la mia carnagione, eppure appena preso si fondeva perfettamente con il mio incarnato. Ha un profumo molto piacevole, credo proprio di albicocca. So che il profumo all'interno dei cosmetici può provocare allergie nei soggetti più sensibili, ma a me non ha dato problemi. 
L'altro è lo swatch dell'illuminante/correttore a penna (pennellino) Anticernes Pinceau (1,5ml), ha un colore molto chiaro e rosato, perfetto per coprire le occhiaie e sì, anche questo profuma di buono!
Credo cmq che sia il fondotinta che il correttore siano ormai fuori produzione perchè fanno parte di una linea lanciata nel marzo 2008!







Le scatoline rotonde che hanno reso celebre la Bourjois, quando non sono in edizione limitata, si presentano così:




Sono cmq confezioni che esteticamente trovo deliziose e irresistibili, mi ricordano le vecchie scatoline di gioielli con le quali giocavo a casa di mia nonna da bambina. Il fatto poi che all'intero del coperchio ci sia uno specchietto, le rende anche molto utili e complete. Insomma un bellissimo oggetto da tenere o da regalare. Un pò meno da utilizzare, come ho già detto. 

Tutt'altra storia invece per quanto riguarda gli ombretti liquidi: Ombre à paupières liquide, brillance miroitante . 
Letteralmente li amo e adoro: li metto molto spesso, quando devo prepararmi di fretta e non ho tempo di star lì a scegliere ombretti e sfumature. 
Svitando il tappo si sfila l'applicatore (uno sfumino in spugna) che ha un manico abbastanza lungo da permettere una stesura rapida sulla palpebra, dopo di che si sfuma con le dita per un effetto naturale ma molto luminoso, o si stratifica per avere un effetto metallico.
Li ho presi di tonalità neutre: portabilissimi, sfumabili, cremosi e durevoli. Li uso anche come base per l'ombretto e se ne avessi trovati altri li avrei presi tutti, sfortunatamente erano proprio quegli ultimi pezzi che ho trovato in svendita alla profumeria Elisir. 
E purtroppo credo che la Bourjois non li produca nemmeno più. E te pareva! 
La linea, nel 2008, prevedeva 8 tinte, una più bella dell'altra con 8,5ml di prodotto ciascuna.




                                                             Applicati senza sfumarli

Passiamo ora ai mascara. Ho provato solo due mascara colorati, attratta proprio dal colore.
Coup de Théatre! 2 in 1 Mascara Effet faux cils Allongement + Volume Formule aux micro-fibres de nylon nel colore 53 Bleu Spectaculaire e 54 Vert Extraordinaire (9ml ciascuno).
Anche questi promossi a pieni voti. La linea, probabilmente lanciata sempre nel 2008 o giù di lì, prevedeva 5 colori (nero, marrone, verde, blu e viola), adesso mi pare che sia rimasto in commercio solo il nero.
Hanno un colore bellissimo, le microfibre regalano volume e lunghezza alle ciglia, unica pecca l'odore molto forte di alcool e lo spazzolino in silicone troppo morbido e flessibile che rende scomoda l'applicazione perchè non riesce a "imbrigliare" bene le ciglia ma ci sbatte contro.





Terminiamo la carrellata di prodotti Borjois con gli smalti.



n°15, n°16 e n°18 della linea 10jours au pro-silicium Anti-Choc Ongles 2x plus forte: Ovviamente col cavolo che durano 10gg, è già tanto se ne durano 1! però punti simpatia per i colori, la coprenza (basta una  sola passata) e il pennellino obliquo, molto pratico. In più il tappo che ha una forma ergonomica e rende la stesura ancora più facile, si chiude con un click di sicurezza. Cmq non valgono quello che costano (quasi 10 euro per 9ml di prodotto)
n°25 Rouge Casino della linea So Laque! Avec Vinyle, ultra brillance & tenue jusq'à 7 jours. Neanche questo dura 7 giorni, e ci vogliono almeno 2 passate per avere l'effetto brillante, ma del vinile neanche l'ombra! (10ml)
n°24 della linea 1 seconde par ongle, innovation pinceau panoramique. Bella l'idea del pennello piatto e molto ampio che copre con una sola passata quasi tutta l'unghia e stupendo il colore, un grigio scuro metallico con microglitterini rubino e smeraldo, ma sto cavolo di secondo di asciugatura dovrebbe partire da quando si è finito di stendere lo smalto sull'unghia, non dal momento che il pennellino tocca l'unghia! (8ml)

                                                         Una sola passata di smalto
                                                        alla luce solare delle ore 19
                                                                   con il flash


Ovviamente la Bourjois fa anche rossetti, gloss, matite per labbra e per occhi, prodotti per la cura del corpo e del viso ed infine profumi (tra cui il celeberrimo Soir de Paris che l'ha resa famosa in tutto il mondo negli anni '50). Ma direi che per oggi questa maratona di prodotti può finire qui!

Quando tornerò al Qlandia vedrò di aggiornarmi e aggiornarvi con altri acquisti Bourjois, nel frattempo vi lascio con l'immagine della collezione per la primavera 2011 (che era disponibile fino alla fine di marzo 2012) in edizione limitata la Parisian Blushes, una collezione di 6 blush serigrafati con le creazioni dell'artista Juliette Buré;
e con la pubblicità della nuova linea (penso permanente, sicuramente non limited) dedicata a questa primavera 2012!

Bisous




Etichette: ,